Carolina, Enrico e i libri partecipati

scopri
Zero Alfa

Io e Carolina Sorgato (alias KarumiSoroku) stiamo promuovendo un libro partecipato, ovvero un libro interattivo e multimediale (dotato di testi, illustrazioni, fumetti, animazioni, musica e piccoli videogiochi interni) di cui è disponibile una primissima anteprima di 3 capitoli totalmente gratuiti.

Zero Alfa è una storia di fantascienza ambientata nella New York dei giorni nostri dove qualcuno cerca di impedire che due giovani, Marvin e Cristina, si incontrino e si innamorino. Ma i due devono innamorarsi, ne va del continuum spazio-tempo, e l’agente X è l’unico che può fare in modo che ciò accada.

Come andrà a finire…? Lo deciderai tu!

Zero Alfa è un libro partecipato nel senso che sei tu a partecipare dentro la storia; di quando in quando la narrazione si ferma ad un bivio e dovrai scegliere da quale parte andare. All’inizio le scelte sono poco influenti, ma poi………….

Pronto a partecipare?

Provaci! Accedi a Zero Alfa da qui: https://alamedaproject.com/zero-alfa/ 


Una nuova cover per il blog AP!

Ho realizzato una nuova grafica temporanea per la cover di questo blog; la vedete qui in basso. I disegni sono sempre di Carolina Sorgato.

cover_zeroalfa01

Mi sento molto fortunato e onorato a lavorare assieme a Carolina e spero che potrà accompagnarmi ancora… off the road! con Alameda Project, per molto molto tempo.


 

Follow us… #offtheroad

alameda project - fuori strada

Cosa bolle in pentola?

Stiamo lavorando ad un progetto rivoluzionario!!!

I libri partecipati sono il futuro!

Immagina un’esperienza di lettura unica, che alla lettura aggiunge:

  • MULTIMEDIALITÀ
  • COINVOLGIMENTO
  • GIOCO

Ma che cosa sono i libri partecipati?

Non è semplice spiegarlo, tanto vale provare. Cliccate qui e accedete alla pagina del primo libro partecipato della storia. In anteprima i primi tre capitoli di ZERO ALFA.

zeroalfa copertina

LA SFIDA

Scoprite dov’è nascosto il gioco! Per i primi tre in palio gadget e sorprese.

Sondaggio divertente

Vuoi darci una mano?

I sogni si realizzano lentamente, camminando fianco a fianco a chi è come noi e ha la testa talmente dura da non mollare mai. Vuoi darci anche tu la mano e camminare con noi?

Abbiamo un grande sogno da realizzare che passa per un prodotto nuovo: il libro partecipato.

Vogliamo lanciarlo sul mercato entro il 2018, ma abbiamo ancora molti dubbi. Se ci dai solo due minuti e rispondi al questionario, ci aiuterai a capire come realizzare qualcosa di bello che lascerà il segno.

Il questionario è anonimo. Sono possibili più risposte. Non ci sono risposte giuste, solo quelle che tu ti senti di dare, in tutta sincerità e… perché no? Con un pizzico di ironia! ^_^

Grazie di cuore

L’arte del coinvolgimento (parte 1/2)

Quando il videogioco incontra lo storytelling e la partecipazione, nasce il libro partecipato.

Durante il meeting #learning360 di Milano – 17 novembre 2017 – si è parlato molto di coinvolgimento e di partecipazione attiva riferendosi ai classici corsi multimediali usufruibili da piattaforma LMS. Il tema era: come rendere i corsi più coinvolgenti?

Alameda Project intende applicare le tecnologie e-learning al mondo dei libri digitali per creare cose nuove, che stimolino la partecipazione, libri digitali interattivi chiamati libri partecipati.

Un libro partecipato è composto di:

  1. Testo facile da leggere perché presentato in blocchi;
  2. Immagini accattivanti in animazione semplice;
  3. Slide a fumetto;
  4. Slide interattive: le scelte a bivio tipiche dei libri game;
  5. Piccoli videogiochi (che si possono comunque skippare)

…e non è finita qui!

Sfruttando la tecnologia LMS è possibile creare veri e propri mondi partecipati. Approfondiremo meglio questo tema in altri post successivi, quindi state con noi!


Gamification e gaming, trova le differenze!

Esiste una netta distinzione tra gaming e gamification… lo sapevate? Il Cambridge Dictionary definisce il gaming così:

The activity of PLAYING video games.
Trad. it. “L’attività del giocare ai videogame”.

Sempre il Cambridge definisce in questi termini la gamification:

The practice of MAKING ACTIVITIES MORE LIKE GAMES in order to make them more interesting or enjoyable.
Trad. it. “La pratica del rendere le attività più simili ai giochi con lo scopo di renderle più interessanti o godibili”.

 

GAMING quindi rimanda all’esperienza di gioco, che potremmo affiancare alla cosiddetta user experience. Qui siamo spostati sul lato utente. La domanda da porci è:
Il videogioco è giocabile?

GAMIFICATION descrive invece il processo di implementazione del gioco stesso; quindi descrive la complessità che il gioco deve avere ovvero la struttura (sistema a punti piuttosto che incentivi al gioco continuo, pricing legato allo sblocco di obiettivi… ecc.). In questo caso siamo più spostati sul lato azienda. La domanda è:
Come lo realizzo il videogioco?
E dentro il COME ci sono ovviamente i costi di produzione, ad esempio:

  • quanto budget voglio/posso dedicare
  • quante risorse umane mi servono
  • ci sono costi di aggiornamento?
  • ci sono costi di mantenimento?
  • (…)

In effetti, i costi di produzione sono LA variabile da cui dipendono la resa grafica, la già nominata user experience e altre piccole variabili minori che creano valore aggiunto. Il tutto concorre a definire il coinvolgimento che però, per essere davvero efficace, va assolutamente accompagnato da un buon storytelling.

Ma, parafrasando Ende de La storia infinita, “questa è un’altra storia e dovrà essere raccontata un’altra volta”.

approfondimento: le opportunità della gamification

approfondisci il Progetto A.P.

 

Zero Alfa, dove tutto ha inizio

La rivoluzione dell’editoria è già cominciata!

Si chiameranno libri partecipati. Saranno prodotti di editoria multimediale, assolutamente innovativi e totalmente Made in Italy. Saranno visibili da PC, smartphone e tablet con una connessione internet, ma Alameda Project intende lanciarli sul mercato già nel 2018 come app scaricabili da Google Play e store simili.

L’origine di tutto è un punto nello spazio-tempo

Il primo libro partecipato (un contenuto del tutto originale) è già in produzione e il titolo non è per niente casuale. Si chiama infatti Zero Alfa, nome in codice per definire un punto nel continuum spazio-tempo di importanza cosmica.

La storia cattura, è avvincente, in una parola: coinvolge. E, come nelle più moderne visual novels, i punti di svolta sono in mano al lettore che può decidere cosa far fare al protagonista.

scelta_cattura

…e non finisce qui!

Sì perché i libri partecipati al loro interno contengono dei giochi in cui risolvendo enigmi o aiutando i protagonisti a scappare, si devono guadagnare punti sufficienti a proseguire con la narrazione.

La trama

Marvin è un trentenne insoddisfatto della propria vita. Una sera nel pub dove lavora entra Cristina, una ragazza molto carina di cui Marvin si innamora a prima vista. Quello che lui non sa, però, è che ci sono oscuri personaggi che lo spiano. L’incontro con Cristina non era casuale perché determinerà il corso dell’intero continuum spaziotemporale… Dipenderà tutto dall’effetto farfalla: piccole variazioni, scelte apparentemente insignificanti nelle mani di Marvin, Cristina… e un tizio con un cappello.

cristina_cattura

I disegni sono di Carolina Sorgato alias Karumi Soroku. Seguite il blog e la nostra pagina Facebook per ulteriori aggiornamenti!

Buona vita a tutti! ^_^

Genesi

(in copertina: stralcio di fumetto di Carolina Sorgato alias Karumi Soroku)

Allacciate le cinture! Siamo sull’orlo di un salto quantico (termine che non vuol dire assolutamente nulla, ma che mi piace quindi lo uso).

Che sta succedendo?

Nell’ultimo anno abbiamo preparato il terreno che darà i natali, nel 2018, ad una nuova start-up. Proprio in questi giorni sono entrato in contatto con delle persone speciali, tra cui una nuova, giovane e bravissima illustratrice, che mi aiuteranno a creare delle app uniche dal design spettacolare. E tra le app, ovviamente, ci sono i libri partecipati!

Grafica e disegni spettacolari!

Vi ricordate il prototipo di libro partecipato, Zero Alfa? (se non sapete di che parlo, cliccate qui) Vogliamo che sia la nostra prima perla. Per questo lo riprogetteremo sotto una veste grafica totalmente diversa.

L’ispirazione: Visual Novel e altre perle dalla Rete

Di recente ci hanno consigliato il canale di Nekucciola, che in effetti non conoscevamo, ma che contiene molte cosette interessanti, una su tutte è una storia a puntate dal sapore nipponico che si chiama Kureiji. Vi metto i primi due episodi. Sono brevi e molto carini. Guardateli:

Partecipazione: ecco due approcci innovativi

Video Novel (?)

In questo post vi abbiamo mostrato un approccio emergente tra i giovani disegnatori che si ispirano al mondo Manga. In queste – come le vogliamo chiamare? – “Video Novel” funziona così: guardi il video e voti il prosieguo della storia. Poi the majority rules e la prossima puntata segue il trend.

Visual Novel

Nel Visual Novel l’idea è simile, ma si avvicina di più al libro digitale, o meglio al libro aumentato. Nella Visual Novel è possibile mixare audio e video, anche se il più delle volte, più per sopperire agli alti costi che altro, ci sono solo testi accompagnati da immagini più o meno accattivanti. Qui vedete un esempio:

visualnovel1

Nella Visual c’è una grafica d’impatto e conta la narrazione scritta. Questo perché di solito i dialoghi doppiati non sono previsti. Ma c’è quasi sempre un sottofondo musicale adeguato al momento narrativo.

L’importante è partecipare!

Il futuro dei libri è la partecipazione. Un libro che quando lo leggi ti fa entrare nella storia, ti rende parte di essa: è quello che ti dà la possibilità di scegliere. Noi crediamo in questa nuova forma di lettura. E punteremo lì le nostre fiches.

Appuntamento al 2018!

Zero Alfa (PROTOTIPO): cap. III

Online il Capitolo Tre:
La rosa attende alla fine della strada

Il capitolo n.3 chiude il primo prototipo di libro partecipato.

Stiamo già lavorando alla versione definitiva, con illustrazioni diverse e miglioramenti grafici e di animazione notevoli.

cristina_cattura

Il primo PROTOTIPO di libro partecipato è già online con 3 capitoli:

>> Capitolo 1

>> Capitolo 2

>> Capitolo 3

approfondisci i libri partecipati

esplora il portfolio di A.P.


La missione di A.P: dare coscienza ai libri!

Alameda Project trasforma i libri in qualcosa di più , per superare anche l’e-book. Con i libri partecipati, infatti, andiamo verso la partecipazione pura.

Il libro del futuro: emozione, coinvolgimento e partepazione.

Sarà un vero e proprio spazio per l’azione, un luogo in cui il lettore potrà compiere delle scelte, decidere come deve continuare la storia.

Sarà un contesto immersivo, fatto di animazione semplice, fumetti e piccoli giochi interni; il tutto coadiuvato dal testo in prosa, presentato a blocchi per rendere la lettura meno stancante.

scelta_cattura

Il ruolo della concorrenza

Libri digitali interattivi a basso costo.

Non esiste un vero e proprio segmento di mercato per i libri partecipati; ce lo dobbiamo inventare. Però ci sono molte aziende che sfornano prodotti preconfezionati che però generano costi assai onerosi.

I libri partecipati, invece, saranno acquistabili a prezzi molto competitivi.

approfondisci i libri partecipati

esplora il portfolio di A.P.

I libri viaggiano in rete

Storiacontinua.com ha parlato di A.P.

Grazie!

Scrivo questo breve post per ringraziare Sonia che nel suo bellissimo blog storiacontinua.com ci ha segnalati con un post molto esaustivo che vi invito a leggere qui: https://www.storiacontinua.com/tech/libro-partecipato-alameda-project/

storiacontinua.com
L’articolo che parla di A.P. su storiacontinua.com di Sonia Lombardo. Grazie Sonia!!! 🙂 🙂 🙂

Storiacontinua: cos’è?

Scoperto di recente grazie alla sua creatrice e curatrice Sonia Lombardo, storiacontinua.com – laboratorio di scritture online – si configura come uno spazio imperdibile per tutti coloro che vorrebbero cimentarsi con la scrittura e decidono di puntare sul mondo della nuova editoria.

Attraverso le testimonianze di coloro che partendo da blog e social network sono riusciti ad affermarsi come veri e propri autori, scoprirai anche tu come sfruttare le tecnologie digitali per arricchire le tue storie, essere più produttivo e trovare nuovi modi di connetterti con i lettori, perché proporsi con un semplice libro, in un mercato ormai saturo, non basta più.

Sonia Lombardo
storiacontinua.com/info

Strade alternative: on-demand, e-book e oltre…

Oggi esistono strade alternative per chi desidera pubblicare il proprio libro in autonomia: il book-on-demand, ovverosia la stampa di libri in auto-finanziamento, sta diventando un vero e proprio business.

Il fenomeno dell’on-demand comprende sia i libri cartacei che quelli digitali, o e-book.

Quello che ancora pochi sanno è che la tecnologia software odierna consente di creare libri digitali interattivi multi-device – visibili su PC, tablet e smartphone (e corrispettivi Apple) – che superano addirittura l’e-book.  E proprio di questo parla il blog di Sonia.

Il progetto: libro partecipato

Alameda Project è già in grado di realizzare libri giocabili interamente online. E non c’è nemmeno bisogno di scaricare una app dedicata!

Il progetto libro partecipato è una sperimentazione affascinante, ma non è l’unica possibile. Sul blog alamedaproject.com alla pagina PORTFOLIO trovate molte altre risorse da approfondire.

portfolio
alamedaproject.com – pagina PORTFOLIO

La pagina è in costante aggiornamento: il protfolio di A.P. cresce infatti di giorno in giorno. Oggi contiene alcuni esempi di e-learning, edutainmentgiochi online… Tutti prodotti multi-device e personalizzabili. Si lavora per agenzie turistiche, aziende, scuole e qualunque altra istituzione che facesse richiesta.

Per maggiori informazioni, contattateci scrivendo QUI.

Il futuro…

Secondo noi l’edutaiment e i libri partecipati sono il futuro. Serve solo la spinta giusta per rinnovare un mercato, quello italiano, stagnante e riottoso al cambiamento. Ma noi di A.P. ci crediamo. Crediamo in un nuovo modello di business basato sulla personalizzazione, lo storytelling e l’istruzione alternativa; quella cioè basata sull’edutainment, ovvero l’arte di fondere intrattenimento e cultura.

Seguiteci, non ve ne pentirete!

>> PAGINA FACEBOOK

 

Create a website or blog at WordPress.com

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: