Ciro: anche i diavoli hanno un cuore

Capitolo 9: La principessa, il veleno e la finestra

Come aveva detto Micillina, il re fece subito preparare un lauto banchetto in onore del principe Amìr di Abumàr. Alla cena prese parte anche la bellissima figlia del re.

Ora, è bene sapere che il regno oltre il bosco dei pini aveva una ferrea tradizione: la figlia del re in età da marito doveva passare un periodo chiamato “inverno bianco” nel quale non poteva mostrare il proprio volto in pubblico. Quella sera la bella principessa indossava, per l’appunto, un velo candido come la neve che le lasciava scoperti solo gli occhi.

Senza farsi notare, il principe Amìr versò il veleno nella coppa di vino della principessa e glielo porse. Lei guardò il finto principe stringendo gli occhi a mandorla, e fu allora che Ciro ebbe la strana sensazione di averla già incontrata. Poi, all’improvvisò capì.

Ciro - finto principe
Il finto principe – matite di Elettra Casini

– Ferma, non bere! – gridò strappando la coppa dalle mani della principessa; quindi la gettò lontano. Spaventata da quel gesto inaspettato, la povera ragazza cacciò un urlo. Il re suo padre accorse immediatamente per vedere che stava accadendo.

Le guardie reali erano pronte ad arrestare chi aveva osato far urlare la bella principessa. Preso dal panico, Il principe Amìr corse alla prima finestra che vide, la spalancò e, senza pensarci due volte, si buttò dall’altra parte.

Divertiti a colorare il principe Amìr!

principe_biondo_bn
Scarica l’immagine e stampala!

Ciro: anche i diavoli hanno un cuore

Capitolo 8: Chi non conosce il regno di Abumàr?

Una volta giunto al castello, Ciro si fermò davanti all’enorme portone d’ingresso, bussò e attese. Ben presto un omaccio grande e grosso si affacciò e chiese: – Chi va là?

– Sono il principe Amìr di Abumàr. Devo vedere il re.
– Oh, principe Amìr, quale onore! – finse stupore l’altro, che in realtà non aveva mai sentito nominare né il principe né il suo regno, ma di certo non voleva fare brutta figura!

Il portone dunque fu aperto e il principe fece il suo ingresso nel cortile del castello e fu accolto dal re in pompa magna.

– Principe Amìr, quale onore! – lo salutò re Goffredo nella sala del trono. – Prego, avvicinatevi!
Il (finto) principe fece un profondo (e finto) inchino: – Buongiorno, mio re!

– Da dov’è che provenite, o principe? – chiese il sovrano.
– Da un paese dell’Oriente, maestà – rispose l’altro.
– Oooooh! – fece il re estasiato.
– Oooooh! – fecero eco i suoi sudditi.
– E com’è che si chiama questo paese d’Oriente? – chiese ancora sua maestà.
– Abumàr, vostra grazia – rispose il (finto) principe.

re Goffredo
Il re Goffredo – Elettra Casini

Il re, che non aveva mai sentito un regno con quel nome, siccome non voleva fare brutta figura di fronte ai suoi sudditi, dopo aver mostrato il più ampio dei sorrisi, si affrettò a dire: – Oh! Sì, certo! Chi non conosce la meravigliosa terra di Abumàr!

Divertiti a colorare il re!

 

il_re_bn
Clicca l’immagine e stampala!

 

Tapsy, la talpa esploratrice!

Non importa il Paese in cui vai, i bimbi sanno davvero come trarre il massimo da ogni cosa.

Questa è la traduzione della frase che compare, in inglese, sul sito Tapsy Tour For Families. Ma che cos’è (o meglio chi è) Tapsy? Scopriamolo insieme!

tapsy_2

A qualcuno il nome può suonare un po’ sciocco o scherzoso, ma non c’è nulla di più serio di una talpa che guida i bambini alla scoperta delle meraviglie europee. Questa è l’originale invenzione dell’agenzia Top Service – Tourist Services, che dalla Svizzera approda in Italia con un carico con delle belle proposte per le famiglie.

Ma andiamo con ordine.

Chi è Tapsy?

Tapsy è il nome di una piccola talpa, un personaggio simpatico che Top Service ha immaginato per rendere più allegri i propri tour organizzati nei luoghi più belli e importanti d’Europa, come Roma, Londra, Pompei… che spesso i bambini vivono con noia, ma  che invece possono trasformarsi in luoghi magici e divertenti.

Come? Leggete qua:

Arrivano le Active Travel Guide!

Sul sito the-mole-hill.com scoprirete le Active Travel Guide, che sono delle guide interattive (giocabili) per i bambini, e le innovative guide parlanti (app per Android e iOS). Sul sito trovate già la prima guida parlante di Roma. Forte, no?

Se volete visitare la città eterna, scaricate l’app parlante di Tapsy. L’interfaccia è user friendly, la grafica semplice ed efficace; in più ci sono storie ricche di aneddoti, curiosità e dettagli. Insomma, provatela!

Questo slideshow richiede JavaScript.

The Mole Hill

The Mole Hill è un editore di mappe, app e fumetti Tapsy, ovverosia la casa editrice di proprietà della Top Service GmbH. Per saperne di più  >> VAI AL SITO ITALIANO

In arrivo…

La prima avventura di Tapsy la talpa, che partirà alla scoperta di Londra! ^_^
“Potrai scoprire di più sui Viaggi nel Tempo di Tapsy nel primo fumetto prossimamente in uscita!” (cit. dal sito ufficiale).

Ciro: anche i diavoli hanno un cuore

Capitolo 4: La strega Micillina

Vagò nel bosco per ore e ore, ma della strega Micillina nessuna traccia. La cosa buffa è che pure Micillina vagò per ore e ore in cerca del diavoletto. I due compirono un cerchio rincorrendosi, senza saperlo. Poi finalmente, quando ormai era scesa la sera, si incontrarono.

Micillina e Ciro - Elettra Casini
La strega Micillina e il diavoletto Ciro – E. Casini

– Saresti tu il diavolo che ho richiesto? – chiese la strega con voce nasale.
Indossava un fazzoletto sulla testa e dei vestiti logori. La sua pelle era tutta grinzosa e aveva un bruttissimo naso adunco.
– Credo di sì – rispose Ciro alla domanda che gli era stata posta, – e tu sei la strega Micillina?
– Strega…! – rispose quella schifata, – non sono una strega, io! Sono… sono… un’esperta di magia nera!
– Ah, ecco! – esclamò Ciro, – allora sei una fattucchiera!
– Ma quale fattucchiera! Un po’ di rispetto, giovinastro! E bando alle ciance: sei o non sei il diavolo che ho richiesto?
– Sì, sono io.
– Bene. Ho io un bel lavoretto per te.
– Meno male! Sa, perché certe volte…
Micillina lo interruppe con un gestaccio della mano: – Senti, chiacchierone – disse con la sua vocetta stridula – non ho mica tempo da perdere, io. Ho già venduto l’anima al diavolo, e mi deve ancora pagare, perciò adesso stai zitto e seguimi.

Divertiti a colorare Ciro!

micillina_e_ciro__bn
Clicca sull’immagine e stampala!

Create a website or blog at WordPress.com

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: