Il logo di AP

Alameda Project finalmente ha il suo logo!

…E che logo! Arriva direttamente dalla Spagna. L’artista si chiama Giani, che ringraziamo infinitamente. In questo post ne spieghiamo il significato.

logo_ap_800x800

La foglia al centro

La foglia che vedete non è presa a caso. Si tratta infatti di una foglia di Pioppo, un albero molto particolare, non solo perché si usa per tante cose, ma soprattutto perché i suoi semi volano liberi, trasportati dal vento. Questa sua caratteristica lo rende affascinante, e anche un po’ rompiscatole quando ad aprile le strade italiane si imbiancano di semi.

Ecco cosa dice Wikipedia a proposito: it.wikipedia.org/wiki/Populus.

Le due lettere

Le lettere “A” e “P” sono le iniziali di Alameda Project.

Cosa significa Alameda?

Sul web trovate molte definizioni, tra cui:

“Il nome nella lingua indiana del nord America indica un campo di cotone, mentre in spagnolo significa passeggiata. (fonte: www.nomix.it).

Per il sito www.nostrofiglio.it ci sono persone chiamate Alameda. Questo nome proprio significherebbe “bosco di cotone”.

Secondo Wikipedia inglese, invece, Alameda starebbe a significare: “strada o sentiero costeggiato da alberi” (fonte: en.wikipedia.org/wiki/Alameda).

Il significato che preferisco però è quello che descrive il Paseo de la Alameda“Il Paseo de la Alameda, detto anche Alameda, è un lungo viale che si trova lungo la parte nord dei Giardini del Turia. La sua lunghezza è di circa un chilometro, compreso tra i Jardines del Real e la parte meridionale di Valencia. (…) Il nome Alameda vuol dire pioppeto; segno della presenza di pioppi nel percorso originario.” (fonte: www.valencia.it).

Il cerchio… magico!

Devo essere sincero, il cerchio azzurro non era stato commissionato all’artista, però devo dire che è molto azzeccato. In tema di condivisione e partecipazione, il cerchio è una figura molto utilizzata, perché è perfetta per descrivere il fatto che sul web siamo tutti allo stesso livello, siamo punti di una circonferenza e ognuno può contribuire ad ampliare l’area interna al cerchio con idee, proposte o semplicemente con il proprio pensiero.

Partecipa anche tu al Progetto Alameda!

Partecipare al Progetto con racconti, romanzi a puntate o semplici idee e proposte, è facile. Basta scrivere a Enrico utilizzando l’area CONTATTI. Vi spiegheremo come funziona e tutto quello che vorrete sapere in più.

A presto e… condividete!!!

Comunicazione di servizio

Le ultime due puntate di Zero Alfa andranno online:

  • Giovedì 2 Febbraio ore 15:00;
  • Venerdì 3 Febbraio ore 15:00.

Purtroppo ci sono stati dei ritardi per motivi tecnici e per questo ci scusiamo. Se siete interessati ad avere la storia completa, potete prenotare una copia cartacea qui.

Nelle prossime settimane pubblicheremo anche la versione in pdf, scaricabile free.

Sorprese in arrivo…

Stiamo progettando anche il libro partecipato Zero Alfa. Sarà il primo libro interattivo realizzato con il logo “AP”… Ah! Non ve lo avevo ancora detto: sta arrivando il nuovo logo di Alameda Project!!! Continuate a seguirci!

La collana DeAgostini “io leggo da solo”

Non vedo l’ora che Jacopo inizi a leggere, al momento ama i libri nel senso che ama ascoltare le storie che gli leggiamo, e non parlo solamente di libri illustrati, ultimamente abbiamo letto “Il Canto di Natale” senza illustrazioni e a lui è piaciuto molto. Ed ora che sta iniziando a scrivere il suo nome […]

via IO LEGGO DA SOLO:la collana DeAGOSTINI per i primi lettori — Una Mamma tra i Libri

In questo articolo si nomina una app della DeAgostini tramite la quale è possibile leggere e ascoltare fiabe e “giocare con la storia“. Molto interessante e molto simile ai libri partecipati di cui vorrei occuparmi io.

La mia proposta però dovrebbe essere più semplice, perché svincolata dalla logica del download delle app (molto spesso a pagamento), quindi più immediata.

Continue reading “La collana DeAgostini “io leggo da solo””

Buon Natale Topolazzi: parte 13

La tredicesima puntata di BUON NATALE TOPOLAZZI è online. Ormai siamo agli sgoccioli!

Tutte le puntate

Prenota la tua copia cartacea

pagine_23-24_ok
Clicca l’immagine per leggere meglio

Immagini di Natale da colorare

pagine_23-24_ok_dacolorare
Scarica l’immagine da colorare

Testo:

Vedendo che il maritino era ormai al limite di un collasso toposo, Topizia ebbe un lampo di genio. Spedì i figlioli alla ricerca di qualsiasi cosa che facesse stare in piedi quel benedetto albero: elastici, nastrini, spaghi, scotch, nastro isolante, bende, cerotti… tutto!
  — Anche la carta moschicida, mammina? — chiese Nino.
— Ma sì! — fece la mamma — è Natale anche per le mosche dopotutto!

E così, in men che non si dica l’albero fu in piedi: un po’ traballante forse, con la punta storta che toccava il soffitto (che in effetti misurava ventinove e non trenta centimetri) ma stava in piedi.
L’allegra famigliola rimase qualche minuto ad osservare quel precario “albero di Frankenstein” sperando che resistesse almeno fino al giorno dopo.

Create a website or blog at WordPress.com

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: