Buon Natale Topolazzi: parte 8

Ciao amici lettori!

State passando bene le vacanze natalizie? Non è che per caso cercate una storiella di Natale fresca e nuova? In questo blog noi ve la diamo GRATIS! 🙂 Siamo giunti all’ottava puntata di BUON NATALE TOPOLAZZI, scritta da me e disegnata da Mirco Maselli.

Ricordo che potete prenotare la versione cartacea scrivendo qui: CONTATTI. Grazie per il supporto. Ci vediamo domani per la prossima puntata! 😉

pagine_14-15_ok
Clicca l’immagine per leggere meglio

Immagini di Natale da colorare

La versione da colorare senza testo. Sbizzarritevi a creare voi stessi la storia che più vi piace. Un po’ di fantasia… su, su! 😉

pagine_14-15_ok_dacolorare
Scarica l’immagine da colorare

Testo:

  — Ma dai papà! — lo rimbeccò Nino. — E poi non è nemmeno verde! Il babbo non sapeva come rispondere questa volta.
— Oh, beh… — intervenne allora la mamma — se è solo per questo, vediamo cosa dice il manuale in proposito… — e finse di sfogliarlo. — Uhm… sì, ecco qua: se l’albero non è verde, dipingerlo con vernice verde ecologica. Visto? Ha una soluzione per tutto il Topaccia! — disse ammiccando al marito. — E vostro padre ha giusto un barattolo di vernice verde ecologica che doveva usare per ridipingere la staccionata. Vero, maritino mio?
— Eh…?! Oh, sì sì, proprio una fortunata combinazione! — rispose il babbo cercando di nascondere ai figli il proprio imbarazzo. — Che fortuna! — commentarono con finto entusiasmo i due topini.

  Per togliersi dall’imbarazzo, Topozio iniziò a rosicchiarne il tronco, perché, com’è ovvio, i Topolazzi erano roditori, quindi avevano denti fortissimi e non avevano problemi a rosicchiare i tronchi degli alb… ehm… beh, a dire il vero forse qualche problemino Topozio ce l’aveva: i suoi denti non erano più quelli di una volta. La Topizia, a dirla tutta, glielo aveva consigliato un buon dentista, ma lui non aveva voluto saperne e così adesso si ritrovava con una bella carie proprio nel bel mezzo dell’incisivo.
— Ahi… ohi… ahi! – si lamentava Topozio.
  La mogliettina intervenne in suo soccorso: — Lascia stare, faccio io! — disse.
Che figura, povero Topozio! E che dolore! Finì che tutto il lavoro di rosicchiamento del tronco lo fecero Topizia e i due topini, mentre Topozio sovrintendeva l’operazione come un abile mastro di segheria.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

Create a website or blog at WordPress.com

Su ↑

una famiglia che si mette in gioco

Portiamo il gioco da tavolo sul tavolo delle famiglie

Il sito di Stefania Fabri

Contro gli F.P. non ce la potrete fare

la tana dello sciamano

too rambley; didn't listen

Downtobaker

Voce del verbo leggere.

BurattiMatti

spettacoli di burattini

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: