Buon Natale Topolazzi: parte 4

Ciao a tutti!

Di seguito la quarta parte della storiella natalizia BUON NATALE TOPOLAZZI, scritta da me in collaborazione con Mirco Maselli (già disegnatore di Lupo Alberto). Diffondetela se potete. Il tutto è in copyleft e gratis! 🙂

Che vuol dire copyleft? Significa che l’opera può essere utilizzata, diffusa e riprodotta liberamente, nel rispetto però di una condizione essenziale: vanno sempre citati gli autori originari, mi raccomando!

Ricordo poi a chi fosse interessato che il racconto sarà presto disponibile anche in versione cartacea. Sono aperte le prenotazioni. Il costo previsto è di 10 euro, a meno di sconti.

Grazie a tutti per il supporto!

 

pagine_6-7_ok
Clicca l’immagine per leggere meglio

 

Immagini da colorare

Ecco come di consueto la versione in bianco e nero liberata dal testo.

pagine_6-7_ok_dacolorare
Clicca e scarica l’immagine da colorare

Testo:

Nina e il babbo ripresero subito il cammino. Nino invece era rimasto incollato alla vetrina.
— Aspetta papino, già che ci siamo, potresti comprarmi quello? — chiese, indicando un grosso giornale colorato esposto sullo scaffale delle offerte.
— Uff! — sbuffò Topozio — ma il regalo l’hai già ordinato a Topo Natale, Nino! Lo prenderemo al tuo compleanno magari… Ma il bambino insistette tanto che alla fine dovettero entrare nel negozio: — Vediamo… di cosa si tratta? — chiese il babbo.
— È il giornalino di Top Attack, di Topanni Topaccia! Topozio però lo ripose subito: — Mm… non insistere, Nino! Lo prenderemo più avanti ho detto!
Ma il topino insisteva: — Guarda: c’è pure il manuale in omaggio!

— Uff… Ti ho detto che…
— Come costruire un fantastico albero di Natale fai-da-te — lesse Nino.
— …che lo compriamo subito! — terminò la frase il babbo ridendo. Gli era appena venuta un’idea grandiosa! Pagò il giornalino del Topaccia e poi tutti e tre uscirono dal negozio col sorriso. O meglio, Nino uscì col sorriso; Nina invece pareva preoccupata.

— Che hai, Nina? — chiese il babbo.
— È che ho già visto Nino alle prese con le istruzioni del Topaccia e non mi aspetto nulla di buono.
— È perché ci vuole un topo adulto per seguire alla lettera le istruzioni — ribatté Topozio. — E poi io sono un mago del fai-da-te, modestamente!

— Dove siete stati? — chiese mamma Topizia accogliendo i tre topi infreddoliti sulla porta. — Ci avete messo più del solito a fare gli auguri quest’anno!
— Mamma, mamma! — esplose subito Nino correndole incontro. — Siamo stati al negozio del Signor Toponi, mammina!
— Oh… eh?! — rispose la mamma facendo vibrare i baffetti, come faceva sempre quando era preoccupata.
— Chissà perché, la cosa non mi dice nulla di buono.
— Tranquilla, mammina! — provò a rassicurarla Topozio. — Ne è valsa la pena, sai? Perché quest’anno faremo il più bell’albero di Natale che si sia mai visto! Topizia, però, già si immaginava come sarebbe andata a finire.
— E come pensi di fare? Non abbiamo mai avuto un albero di Natale!
— Non è difficile! — rispose Topozio prendendo in mano il manuale Top Attack.
— Sarà un gioco da ragazzi. È tutto scritto qui. Topanni Topaccia ti spiega passo passo… Non possiamo sbagliare!
Alla fine la mogliettina dovette arrendersi: — Beh, allora sentiamo — disse — come si fa a fare un albero di Natale?
Topozio non se lo fece ripetere due volte e, inforcati i suoi minuscoli occhiali da lettura, lesse con enfasi: — Per prima cosa dice che serve un albero!
— Oh! E allora non se ne fa nulla — replicò la moglie. — Noi non abbiamo un albero, l’hai dimenticato?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

Create a website or blog at WordPress.com

Su ↑

una famiglia che si mette in gioco

Portiamo il gioco da tavolo sul tavolo delle famiglie

Il sito di Stefania Fabri

Contro gli F.P. non ce la potrete fare

Matteo Poropat

Storie, avventure e orrori lovecraftiani

Downtobaker

Voce del verbo leggere.

BurattiMatti

spettacoli di burattini

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: